Rischi e complicanze con la chirurgia estetica

Come con la maggior parte delle cose che intraprendiamo nella vita anche la chirurgia estetica ed altri interventi chirurgici viene associato con un certo rischio. Comunque, c’è una certa differenza quando vi sottomettete alla chirurgia plastica e il rischio vi trovate davanti quando venite sottomessi alla chirurgia eseguito da cause mediche.

Innanzitutto si tratta della possibile scelta. Un’intervento viene eseguito o per motivi medici o per motivi estetici. La chirurgia eseguita per motivi medici ha sempre un motivo salutare. La chirurgia estetica invece si esegue per motivi estetici ed è più una questione personale.

Comunque sia, non è detto che un’intervento di chirurgia estetica non ha effetto sulla salute in modo positivo. Lo può avere. Tanti pazienti notano un miglioramento dell’autostima dopo la chirurgia plastica. Di conseguenza anche un’aumento del benessere. Un’impatto diretto sulla nostra salute mentale che si sa influenza anche il nostro benessere fisico.

”La decisione finale perciò deve essere basata sui vantaggi che uno veda calcolando anche i rischi associati.”

Visto che l’intervento è a scelta del paziente e perciò importante che si capisce quali sono i rischi e le complicazione che si mette davanti quando si decide di sottomettersi ad un’intervento di chirurgia estetica. La decisione finale perciò deve essere basata sui vantaggi che uno veda calcolando anche i rischi associati.

La gestione del rischio vuol dire di essere a conoscenza di quali sono i rischi e quanto è grande la verosimiglianza che qualcosa accada. Come paziente si deve porre a se stesso ed il chirurgo plastico le seguente domande;

  • Quali sono i rischi associati con l’intervento
  • Quali sono le probabilità che accade a me?
  • Quali sono le conseguenze?

Divisione dei rischi alla chirurgia estetica

Si può dividere i rischi della chirurgia in generali e specifici per l’intervento. Su questa pagina trattiamo quelli generali – quelli che in un modo o altro sono presenti in tutti gli interventi di chirurgia plastica. Ulteriori informazione sui rischi specifici per un certo intervento sono spiegati nella sezione per l’intervento in questione.

Rischi e complicanze estetici nella chirurgia plastica

Insoddisfazione con l’esito dell’intervento

Prima di entrare e spiegare i rischi collegati alla salute troviamo che la complicanza più comune dopo la chirurgia plastica non è di natura fisica. Invece il motivo più comune è insoddisfazione, semplicemente uno non è contento con il risultato conseguito. Il rischio più grande così è di non raggiungere gli obiettivi immaginati.

In certi casi il paziente rimane deluso perché lui/lei non ha ottenuto i grandi cambiamenti che si aspettava. Però può anche trattarsi del contrario, il cambiamento era più di quello che si aspettava e non si riconosce più.

Questo è particolarmente comune con la rinoplastica dove il paziente reagisce del grande cambiamento per poi abituarsi e trovare grande soddisfazione nel cambiamento.

Asimmetrie

Altre complicanze estetiche che uno deve prendere in considerazione sono le asimmetrie, differenza in forma/misura quando si opera sugli organi di coppia per esempio ad una mastoplastica o le due metà del volto ad un lifting facciale.

Cicatrici ed inestetismi della pelle

Altri esempi di complicanze estetiche sono per esempio quando il paziente vede le cicatrici dell’intervento più visibili di quello che pensava o certi inestetismi o cambiamenti del colorito delle pelle.

Potete leggere di più come trattare la cicatrizzazione su … pagina informativa di cicatrici nella chirurgia.

Così si può diminuire il rischio d’insoddisfazione

Siccome i rischi estetici in gran parte si basa sulle esperienze dell’individuo è molto importante che la comunicazione tra il chirurgo plastico e il paziente è chiara e diretta. Tante volte potrebbero essere di grande aiuto le immagini che porta il paziente stesso per capirci. In altri casi può aiutare una simulazione al computer.

Rassicuratevi che il chirurgo vi ha capito, cosa volete cambiare e per quanto possibile spiegare le vostre aspettative dell’intervento e i cambiamenti vi aspettate.

Inoltre è importante capire che tramite l’intervento chirurgico si può migliorare ma non arrivare alla perfezione. Non aspettarvi neanche che tutti gli altri vi trattano in un modo diverso dopo l’intervento e per questo motivo dovete eseguire l’intervento per voi e non per gli altri.

Dovete anche sapere che nessuno chirurgo serio, a prescindere della competenza, può garantire un certo risultato senza complicanze estetiche. Se l’intervento viene eseguito in modo giusto e in linea con la tecnica provata ed accettata queste complicanze possono essere corrette.

Chirurgia plastica estetica

Rischi associati alla salute nella chirurgia plastica

Emorragie

È possibile, ma molto insolito, che si verificano delle emorragie dopo l’intervento di chirurgia estetica. Durante l’intervento si minimizza normalmente il rischio tenendosi a distanza da grandi vasi sanguigni, usare farmaci vasocostrittore e molto velocemente far coagulare i vasi sanguigni piccoli con degli strumenti specifici.

Se comunque si presenta un’emorragia sottocutanea accade questo normalmente entro un paio di ore fino ad un giorno dall’intervento. Potrebbe richiedere il drenaggio e in quel caso viene messo un tubo per eliminare il sangue. In casi molto insoliti potrebbe necessitare una trasfusione del sangue.

Per ridurre il rischio di emorragie si consiglia di non assumere farmaci contenenti acido acetilsalicilico, aspirina o antinfiammatori in quanto ostacolano la coagulazione del sangue. Lo stesso vale per l’alcool che non deve essere consumato per almeno 10 giorni prima dell’intervento. Certe medicine naturali possono provocare emorragia e dovrebbero essere evitate.

Infezioni

Infezioni dopo interventi di chirurgia plastica sono molto rari ma se si manifestano dovrebbero essere trattati con degli antibiotici. In casi ancora più rari potrebbe necessitare trattamento in ospedale o altri interventi chirurgici. Tanti chirurgi preferiscono per questo motivo dare una cura di antibiotici preventiva per limitare il rischio d’infezioni.

Un’infezione si manifesterà dopo 3-7 giorni dall’intervento. Sintomi sono dolore in crescita, aumento di temperatura e/o gonfiore nella parte dell’operazione, rossore e febbre.

Cattiva cicatrizzazione

Può anche succedere che la cicatrizzazione non procede come dovrebbe. Questo si nota in cicatrizzazione lenta, aperture delle piaghe o guarigione ritardata. Se si verifica un’infezione si rischia danni sulla pelle o in casi estremi a necrosi (morte del tessuto connettivo). La cattiva cicatrizzazione richiede perciò cambi di medicazioni frequenti e talvolta anche chirurgia correttiva. Fumatori corrono più rischio per problemi di questo genere.

Edema

Gonfiore dovuto all’edema, ecchimosi o necrosi adiposo può manifestarsi nella zona dell’intervento di chirurgia estetica. Siccome gonfiore è molto difficile scoprire come complicazione è molto importante che il controllo finale dell’intervento viene fatto dopo 9-12 mesi.

Cambiamenti nella sensibilità

Siccome le incisione durante l’intervento anche taglia i percorsi neurali potete sentire un cambiamento o perdita di sensibilità nella zona dell’intervento di chirurgia plastica. Quando i percorsi neurali si riconnettono normalmente torna anche la sensibilità entro un paio di mesi. In ogni modo non è sempre che torna la sensibilità e in alcuni casi va persa per sempre.

Cicatrici

In tutti gli interventi dove in qualche modo viene penetrata la pelle si lasciano delle cicatrici. Come saranno le cicatrici è difficile prevedere in quanto dipende molto dal paziente e la propria guarigione e il trattamento nel frattempo.

Le cicatrici sono rosse e corpose inizialmente per poi con il tempo passare ad essere più morbidi e sbiadire. Più insolito è che la pelle guarisca in modo che lascia delle cicatrici larghe e spesse (la cicatrizzazione ipertrofica). In alcuni casi potrebbe bastare un trattamento di cortisone in altri bisogna intervenire in modo chirurgico, con la chirurgia plastica delle cicatrici.

Potete approfondire sulle cicatrice dopo la chirurgia estetica sulla pagina dedicata. Capire come trattarle in modo corretto per la giusta guarigione … pagina informativa sulle cicatrici ».

Reazioni allergici

Rari sono anche le reazioni allergiche anche se esistono. Queste possono apparire localmente dovuto dal nastro adesivo, il materiale di sutura o dalla medicazione applicata sulla pelle.

Reazioni allergiche possono essere attivate dai farmaci e diffondersi nel corpo. Questo tipo di reazione centrale può diventare molto serio. Durante la consultazione iniziale con il chirurgo è molto importante che fate presente eventuali allergie. Queste reazioni possono necessitare ulteriori trattamenti.

Anestesia locale e sedazione

Sia la sedazione che anestesia comportano dei rischi. Con la sedazione ed anestesia esiste un possibile rischio per complicazioni, danni e in casi molto rari di decesso.

Informazioni generali relative ai rischi della chirurgia plastica

Ci sono, anche se ancora più rari dei casi descritti sopra, altri rischi associati con la chirurgia plastica che non abbiamo trattato. A questi appartengono per esempio necrosi e trombosi. Non è possibile descrivere tutti scenari e rischi immaginabili senza rendere questo materiale troppo ampio.

Come paziente può sembrare scoraggiante confrontarsi con questi scenari di rischi collegati con la chirurgia plastica. Comunque è molto importante mettere questi in prospettiva in termini di probabilità e conseguenza.

Sono stati eseguiti sondaggi per verificare quanti pazienti subiscono una complicazione dopo un’intervento di chirurgia plastica. Questi materiali si differenziano molto ma si è trovato che la probabilità di subirne è solo qualche percento. La maggior parte di questi sono rischi con conseguenze limitate. Il rischio di una complicazione grave, direttamente dannoso alla salute o di carattere estetico perciò è calcolato a qualche decimo di percento.

Un ultimo consiglio

Il miglior modo per ridurre il rischio di incontrare problematiche sia di livello salutare che estetico è di scegliere una clinica competente, informarsi bene prima, essere chiari con le aspettazioni ed avere delle aspettative realistiche dell’intervento di chirurgia estetica. Come trovare la clinica e il chirurgo giusto potete leggere sulla pagina dedicata ».

« Preparazioni prima della chirurgia | Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica »

Nuovo nel forum!
  • No posts.
Nuovo dall'esperto
  • No posts.