Rischi e effetti collaterali con lo sbiancamento dei denti

Fondamentalmente ci sono due potenziali rischi/effetti collaterali con uno sbiancamento dei denti. Tutti i due sono transitori e possono in alcuni casi essere molto fastidiosi. Statisticamente sono percepitati fastidi lievi o moderati in 4 su 10 pazienti dopo uno sbiancamento dei denti.

1. Dolore gengivale

Uno degli effetti collaterali più comuni sono irritazione/dolore gengivale causata da un ustioni leggero. Questo succede quando il gel sbiancante viene in contatto con le gengive dovuto alla mancanza di tecnologia per il trattamento in clinica, l’uso improprio del gel sbiancante o stecche di misura sbagliata.

2. Ipersensibilità

Un altro effetto collaterale dello sbiancamento dei denti è l’ipersensibilità. Talvolta questa sensibilità può essere vissuta come costante e relativamente fastidioso. La causa è che la sostanza sbiancante penetra lo strato esterno e irrita il nervo del dente.

I alcuni casi si può durante lo sbiancamento in clinica, dopo la consultazione con il paziente, scegliere di prolungare il trattamento e aumentare il rischio di sensibilità per arrivare ad un risultato finale migliore.

Gli effetti collaterali spariscono dopo 48 ore

Qualunque tipo di fastidio si presenta dopo un trattamento di sbiancamento dei denti eseguito correttamente va via dopo 24-48 ore dall’intervento. Pochi pazienti decidono di interrompere un trattamento in corso a causa del fastidio.

Avvelenamento o malessere a causa delle sostanze utilizzate sono a basso rischio finché si usa il buon senso e segue le istruzioni fornite

« Sbiancamento dei denti in clinica | Costi per lo sbiancamento dei denti »

Nuovo nel forum!
  • No posts.
Nuovo dall'esperto
  • No posts.