Il procedimento di una mastoplastica riduttiva

La mastoplastica riduttiva (riduzione del seno), come la maggior parte di altri interventi di chirurgia estetica, può essere diviso in 3 fasi. La fase preparativa, la fase del compimento e la fase delle cure dopo l’intervento. In linguaggio medico si chiamano fase pre-operatoria, operatoria e post-operatoria. Su questa pagina spieghiamo le prime due fasi della riduzione del seno.

Tutto su riduzione del seno (mastoplastica riduttiva)

La pianificazione della mastoplastica riduttiva

La prima cosa che succede dopo la decisione di portar avanti il discorso mastoplastica riduttiva è di prendere un’appuntamento con un chirurgo plastico. Durante la consultazione iniziale con il chirurgo è molto importante che avete un colloquio sincero e che le opinione del chirurgo vengono ascoltate. Ogni chirurgo, come ogni paziente, ha una visione diversa sulla misura e forma del seno.

Il chirurgo plastico vi condurrà una visita e misurerà il seno. Durante la visita vi fotograferà anche per poter confrontare l’esito dell’intervento prima, durante e dopo. Discuterete anche fattori che potrebbero cambiare il risultato per esempio età, condizione (la grandezza del seno e forma), il carattere e la condizione della pelle.

Un’altro argomento da affrontare è il possibile riduzione e spostamento dell’areola e il capezzolo. La prassi è di spostarlo all’altezza della piega del seno puntando avanti.

Il chirurgo vi spiegherà in dettaglio il procedimento dell’intervento. Quali sono i rischi e le limite associati con l’intervento e anche deve anche rassicurarsi che siete conoscenti come saranno le cicatrici. Come paziente è importante capire che tramite la mastoplastica riduttiva si cambia un seno grande e cadente però i segni delle cicatrici rimangono.

Come prepararsi per una riduzione del seno

Prima dell’intervento riceverete informazioni dettagliate e specifiche su come prepararsi prima dell’intervento di una riduzione del seno. Queste informazioni includerà come mangiare, bere, regole per il fumo, l’uso delle vitamine, farmaci e altre medicine ecc. Si dovrebbe astenere dal tabacco ed alcool per almeno due settimane prima e dopo l’intervento della riduzione del seno.

Prima dell’intervento di mastoplastica riduttiva è richiesto una ecografia per le donne fino a 35 anni dopo di che è necessaria la mammografia pre-operatoria.

Generalmente si rimane la prima notte dopo l’intervento in clinica per osservazione per poi andare a casa il giorno dopo. Rassicuratevi che qualcuno che vi accompagnerà a casa e che rimarrà con voi qualche giorno a seguire.

Procedimento dell’intervento mastoplastica riduttiva

La mastoplastica riduttiva si svolge sotto anestesia generale e dura 2-3 ore. Ci sono modi diversi per svolgere una riduzione del seno, normalmente il chirurgo mette l’incisione intorno al capezzolo per poi scendere giù verticalmente fino al solco sottomammario e lungo la piega inferiore del seno (cosiddetta incisione a forma di ancora o T rovesciata).

Dopo di che si elimina il tessuto adiposo e ghiandolare insieme alla pelle d’eccesso continuando con la formazione dell’areola e il capezzolo che viene ricollocato sul nuovo seno. Successivamente il chirurgo prende la pelle rimanente e la posiziona intorno all’areola dando al seno il nuovo profilo. In caso necessario si farà una liposuzione sotto l’ascella alla fine dell’intervento.

Il capezzolo rimane generalmente attaccato al flusso sanguigno ed il sistema nervoso già esistente però in caso di un seno molto grande con un’eliminazione di pelle significativa potrebbe comportare uno spostamento notevole del l’areola ed il capezzolo. Questo spostamento aumenti rischi di peggioramento in tatto e circolazione.

Si sutura generalmente intorno all’areola giù verticalmente verso la piega inferiore al seno. In alcuni casi si può eseguire la riduzione del seno senza mettere delle incisione orizzontali alla piega inferiore, questo che diminuisce le cicatrici. In casi eccezionali si può condurre una mastoplastica riduttiva tramite liposuzione e in questo caso minimizza le cicatrici ancora di più.

Dopo aver suturato le incisioni si mette una fasciatura e la paziente viene portata dalla sala operatoria in sala rianimazione per un risveglio sorvegliato. In alcuni casi la paziente viene rilasciata il giorno stesso in altri rimane sotto osservazione per una notte.

« Introduzione alla riduzione del seno | Il tempo dopo la riduzione del seno »

Nuovo nel forum!
  • No posts.
Nuovo dall'esperto
  • No posts.