Metodi per l’ingrossamento del pene

C’è sempre stato un grande interesse per l’ingrossamento del pene e perciò si ha da sempre provato diversi metodi per arrivare ad un allungamento o ingrandimento del pene. Questa pagina tratta principalmente i metodi chirurgici per ingrandire il pene ma per metterlo in un contesto vediamo anche qualche metodo non-scientifico.

Metodo non-chirurgico d’ingrossamento del pene

Oggi si trovano tanti metodi d’ingrossamento del pene senza chirurgia e si presentano negli annunci come prodotti seri con delle ricerche scientifiche dietro. Se guardate bene invece scoprite presto che tutte le affermazioni di sicurezza e efficienza sono prese dall’aria.

Questo dipende dal semplice fatto che non c’è ricerca scientifica autorevole che conferma un metodo efficace non-chirurgico per l’ingrossamento del pene.

Nella mancanza di rapporti ed articoli scientifici i promotori di questi prodotti usano frasi pubblicitari del tipo “specialisti” o “consumatori soddisfatti” e delle immagini prima e dopo non sempre affidabili.

I metodi nonchirugici più diffusi per l’ingrossamento del pene sono:

  • Estensione manuale o massaggio – Questi esercizi devono essere svolti per 30min/giorno i un numero di giorni non specificato. Anche se questo metodo è più sicuro di tanti altri può anche comportare la formazione di tessuti cicatriziali, dolore e deformazioni.
  • Estensione tramite carico di trazione o peso – Questo metodo prevede che un dispositivo di pesi o trazione viene applicato al pene per di periodi di tempo molto lunghi che potrebbero causare danni permanenti sul pene e le sue funzioni.
  • Pompa a vuoto – La pompa a vuoto fa arrivare il sangue nel pene che si gonfia, questo ha un certo funzionamento per il trattamento di impotenza. Queste pompe potrebbero creare l’illusione di un pene più grande ma il risultato non è permanente. L’uso ripetuto potrebbe causare danni sul corpo cavernoso che comporta un’erezione indebolita.
  • Pillole e creme – Queste pillole e creme contengono normalmente vitamine, minerali, erbe e in certi casi anche testosterone. Anche se testosterone viene usato sui ragazzi per velocizzare la pubertà non c’è nessun dato che conferma la funzionalità della misura del pene.

Questi metodi hanno in comune che non c’è nessuna ricerca scientifica rispettabile che indica un effetto effettivo. Considerando tutte le risorse di studi scientifici nel corso degli anni per trovare “il santo Graal”, un prodotto efficace per la falloplastica, questo vuol dire tanto.

Macrolane – ingrandimento del pene

Ultimamenteè arrivato un metodo valido in alternativa all’ingrandimento del pene. Il metodo consiste nel iniettare delle fillers di tessuto (Macrolane) sotto la pelle nella base del pene.

L’ingrandimentodel pene tramite Macrolane è un’intervento piuttosto semplice che non richiede ne anestesia ne assenza per malattia.

Il risultato della falloplastica con Macrolane non è permanente ma viene rifatto dopo ca. un anno. Potete approfondire nell’argomento sulla pagina informativa dei trattamenti di iniezioni ».

Falloplastica (ingrossamento del pene con chirurgia)

Attraverso la falloplastica si può arrivare ad sia un’ingrandimento che allungamento del pene. Questi sono due interventi diversi che possono però essere combinati nel corso della stessa operazione.

La parte rimanente della sezione è dedicata alla falloplastica (ingrossamento del pene con chirurgia).

« Introduzione alla falloplastica | Allungare e/o ingrandire il pene »

Nuovo nel forum!
  • No posts.
Nuovo dall'esperto
  • No posts.