Importe da pensarci prima della chirurgia all’estero

Anche se la chirurgia plastica italiana tiene uno standard alto ci sono tanti chirurgi plastici esteri che sono della qualità equivalente come gli italiani.

La sfida per chi sta valutando di sottomettersi ad una mastoplastica additiva, addominoplastica, liposuzione, rinoplastica o qualche altro tipo di intervento è di trovare queste cliniche.

É buono sapersi che anche con la chirurgia estetica non bisogna pensare solo al fattore economico quando si decide per una clinica piuttosto di un altra. Come in Italia c’è un chiaro rapporto tra la qualità ed il prezzo.

Di seguito ci sono riportati dei punti che chiariscono i fattori importanti per chi sta considerando la chirurgia plastica all’estero.

1. Cercate di scoprire tutto sull’intervento

Come paziente avete sempre la responsabilità di informarvi bene dell’intervento che state per sottomettervi. Questo è ancora più importante per chi sta pensando di eseguire la chirurgia all’estero. Il fatto è che un’intervento può essere eseguito in diversi modi con delle tecniche diverse. Alcuni potrebbero essere vecchi, altri non tanto verificati e perciò non molto sicuri.

Come paziente di una clinica all’estero vi dovete rassicurare che l’intervento viene eseguito con un metodo provato e convenzionale e che nel caso di protesi sono di produttori conosciuti.

Sulle nostre pagine informative di vari interventi di chirurgia plastica » descriviamo quali sono i metodi convenzionali per i vari interventi. Dovete assicurarvi che il vostro intervento viene eseguito con uno di questi metodi.

Dovreste anche eseguire una visita consultoria da un chirurgo plastico italiano. Riceverete delle informazioni sull’intervento e potete fare delle domande sui rischi ma anche sulle possibilità dell’intervento. Questa visita viene a costare intorno ai € 150.

Tutto sulla chirurgia estetica all'estero

2. Scegliete una clinica conosciuta e controllate la competenza del chirurgo

I requisiti di formazione per una specialista in chirurgia plastica è più o meno uguale in tutto il mondo e lo stesso vale per i metodi che si usano nelle varie specialità. Perciò in teoria un paziente può aspettarsi un risultato post-operativo altrettanto buono per un’intervento di liposuzione, addominoplastica eseguito in una clinica estera come una italiana. PERÒ, come in Italia dipende il risultato finale su chi esegue l’intervento, quale attrezzatura viene usata e il personale di supporto che ha il chirurgo.

Assicurarsi di scegliere la clinica e chirurgo giusto è una delle cose più importante in assoluto per chi sta valutando un’intervento di chirurgia plastica all’estero. Questo è anche la cosa più difficile visto anche difficoltà di comunicazione non parlando la stessa lingua ed il fatto che tante cliniche estere usano la pubblicità ingannevole per coprire carenze in competenza.

Come in Italia ci sono delle associazioni anche all’estero. Per la chirurgia plastica in Italia si chiama Associazione Italiana di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica. In ogni paese ci sono quelle equivalenti. Tradotto in inglese si chiamano The + il nome del paese + Society for Aesthetic alt. Cosmetic Surgery.

In certi paesi, come in Italia, non si distingue le due categorie nella chirurgia plastica invece sono messi insieme in una sola.

Scegliendo un chirurgo associato con uno delle associazioni locali per la chirurgia plastica ci si assicura di andare da una persona con le giuste competenze per eseguire la chirurgia plastica in modo adeguato.

Se l’associazione locale è una sola per tutti i chirurgi plastici fate attenzione che il chirurgo scelto effettivamente ha le competenze nella chirurgia plastica estetica. Questo vuol dire che il chirurgo ha ottenuto una formazione specialistica nella chirurgia plastica con ulteriore esperienza nella chirurgia plastica estetica.

Come si fa a controllare il background del chirurgo dipende dal paese però dovreste chiedere direttamente a lui/lei della sua formazione e competenza nella chirurgia estetica. Potreste anche chiedere quanti interventi ne ha eseguiti del tipo vostro. Richiedete anche foto di riferimento di altri pazienti.

3. La necessità di cure post-operatorie

Quando hai eseguito l’intervento di chirurgia plastica in una clinica italiana solitamente si torna dopo qualche settimana per un controllo post-operatorio e per togliere eventuali bendaggi e punti. Se dopo si verifichi complicazioni che richiedono provvedimenti si torna di nuovo in clinica.

Controlli e visite post-operatorie quindi sono quasi impossibili se eseguite l’intervento in una clinica estera. Almeno se necessari dopo il ritorno in Italia. Questo in realtà non dovrebbe causare delle grandi problematiche siccome tutti i cittadini italiani hanno il diritto di assistenza medica in Italia, anche per operazioni di qualsiasi forma chirurgica eseguiti all’estero.

Il controllo post-operatorio e le cure come togliere i punti dovete perciò organizzare con una clinica privata nella vicinanze di casa. Solitamente si organizza il viaggio in modo tale di poter fare una visita post-operatoria prima della partenza.

Se complicazioni si verificano, che richiede un reintervento, dopo il ritorno in Italia dovete tornare in clinica o rivolgervi ad una clinica italiana. Perciò è molto importante che chiarite quali sono le regole per un eventuale reintervento. Dovete essere messo in chiaro chi sostiene i costi del viaggio e dell’intervento in caso sia necessario.

4. Il controllo della salute preliminare

Prima di un’intervento di chirurgia estetica viene sempre eseguito un controllo della vostra salute. La visita si divide in tre fasi. Nella prima dovete rispondere a delle domande dello stato salutare generale. Nella seconda si fotografa la zone da operare. Nella terza si effettua un controllo fisico e delle analisi.

Quanto è esteso questo controllo dipende anche da che tipo di intervento eseguirete. Quando l’intervento viene effettuato in Italia si fanno tutti controlli nella clinica scelta. Quando si decide di eseguire l’intervento all’estero, specialmente per viaggi corti, si compila da soli il questionario, si procura delle immagini della zona dell’intervento e si fa visitare da un medico privato in Italia. Dopo di che si manda tutto alla clinica estera.

Tante cliniche estere hanno il materiale già preparato con le istruzioni per il medico privato che vi visita, questo per facilitare per voi come pazienti. Spesso il medico che esegue il controllo preliminare vi aiuta anche a fare le foto che servono per indicare la zona dell’intervento e organizza il controllo post-operatorio.

5. Assicuratevi di una buona comunicazione

Uno dei motivi più comuni per l’insoddisfazione dopo un’intervento di chirurgia plastica si basa sulla mancanza di comunicazione o incomprensioni tra paziente e chirurgo. Per questo motivo è importante che vi capite e che il chirurgo è chiaro sulle vostre aspettative e desideri.

Tante cliniche estere hanno dei coordinatori di pazienti e chirurgi che parlano inglese. Certi hanno anche personale che parla italiano o la possibilità di avere un’interprete.

Prima di sottomettersi alla chirurgia plastica all’estero dovete assolutamente incontrare il chirurgo plastico prima dell’intervento. La clinica che non offre questa opzione dovete scartare.

L’incontro con il chirurgo accade normalmente insieme all’iscrizione in clinica qualche giorno prima dell’intervento. Per interventi più semplice questo incontro si fa quando arriverete in clinica poco prima l’intervento. Se l’incontro con il chirurgo non vi convincete non dovete procedere.

Potete leggere di più su cosa pensare prima dell’incontro sulla pagina dedicata alla visita preliminare della chirurgia plastica ».

6. Chiarire la modalità del pagamento

Normalmente si lascia un’acconto del 10% del costo totale alla clinica quando prenotate il vostro intervento. La somma restante del vostro intervento di chirurgia plastica normalmente si dà alla dimissione dalla clinica.

La maggior parte delle cliniche accettano sia pagamento in contanti che con carta di credito. Prima di prenotare l’intervento dovete essere chiari sulle regole della clinica scelta.

Lista di controllo per la chirurgia plastica all’estero

Informarsi bene è la cosa principale quando si sta valutando di eseguire un’intervento plastico all’estero. Qui sotto una lista di controllo che evidenziano i punti più importanti per la raccolta d’informazioni.

È di vostra responsabilità di informarvi su:

  1. L’intervento in questione in generale
  2. Quale metodo verrà usato (tipo di; incisione, anestesia, punti)
  3. Rischi di effetti indesiderati e complicanze
  4. La necessità di cure post-operatorie e restrizioni dopo l’intervento
  5. Il nome completo del chirurgo, la formazione, competenze specialistiche ed esperienza dell’intervento in questione e se è socio dell’associazione locale per chirurgi plastici estetici
  6. I costi per l’intervento e in dettaglio cosa è incluso nel prezzo
  7. Chi sostiene i costi per un’eventuale reintervento in alt. altre cure
  8. La possibilità di contattare pazienti di riferimento
  9. La possibilità di consultare foto di riferimento

« Introduzione della chirurgia estetica all’estero | Cliniche ed organizzatori di chirurgia all’estero »