Liposuzione metodo tradizionale (liposcultura)

Liposuzione o liposcultura come anche viene chiamato, è un’intervento che viene eseguito dagli anni 70. Inizialmente si usava una tecnica molto semplice e logico, un tubo metallico veniva inserito nel tessuto adiposo sotto la cute ed era collegato con una pompa a vuoto. Con il tubo inserito sotto la pelle si rompevano le cellule tramite un movimento meccanico avanti ed indietro, così le cellule si scioglievano per poi essere aspirate.

Con questo movimento era inevitabile di non rompere un numero elevato di vasi sanguigni nel tessuto adiposo. Questo comportava delle emorragie che a sua volta provocava gonfiore, lividi e perdita di fluido e sangue. Questa procedura era molto stancante per il chirurgo che si trovava in difficoltà in misurare il grasso aspirato così rischiando anche delle irregolarità notevoli.

Il tessuto veniva sottoposto ad un grande trauma. Questo insieme alla grande quantità di fluido che veniva persa, la convalescenza dopo la liposuzione era lunga e dolorosa con lividi, gonfiore.

Metodi migliorati per la liposuzione tradizionale

Anche se di base i principi del procedimento della liposuzione tradizionale sono rimasti uguali, le tecniche sono state raffinate e sviluppate con lo scopo di semplificare, rendere più sicuro, efficace e delicato l’intervento.

Dalla liposuzione secca a quella umida

Il primo e più grande cambiamento è quello che si chiama procedimento con l’infiltrazione. In tutti tipi di liposuzione viene iniettato un liquido, anche detto soluzione di Klein, nel tessuto adiposo prima di iniziare con l’aspirazione.

La soluzione Klein è composta da una soluzione salina, anestetico ed adrenalina. Il liquido fa gonfiare il tessuto adiposo che fa sì che diventa più facile diminuire la perdita di fluidi, l’adrenalina fa ritrarre i vasi sanguigni. Questo diminuisce il rischio di emorragie, gonfiore e lividi.

La quantità di soluzione che viene iniettata dipende dalla quantità di grasso che viene asportata, la zona da trattare e le preferenze del chirurgo. Può variare da una quantità tripla rispetto alla quantità di grasso da eliminare, uguale o di meno.

Al contrario, ad una liposuzione secca il tessuto adiposo non viene preparato con una soluzione come ad una liposuzione umida (tumescente). Questo metodo ora mai e fuori uso. Negli Stati Uniti si usano i termini “wet” e superwet” che indica quanta soluzione viene iniettata. Nelle cliniche europee solitamente non si fa questo tipo di distinzione.

Ultrasuoni che rompono le cellule adipose

Durante una liposuzione i tessuti adiposi si rompono in modo meccanico quando il chirurgo muove la cannula avanti e indietro nello strato adiposo. Nelle zone morbide avviene relativamente facile, nelle zone più fibrose come per esempio pancia, fianchi e schiena ci vuole più forza per rompere i depositi adiposi e di conseguenza viene anche più difficile aspirare il grasso.

Quando si esegue la liposuzione di zone molto grandi e fibrosi si prepara il grasso con una sonda attrezzata con ultrasuoni prima che viene aspirato. Le onde di ultrasuoni rompe il grasso che viene aspirato più facilmente.

Come intervento la liposuzione con ultrasuoni dura di più ed è per questo motivo anche più costoso. Per eliminare depositi più grandi di grasso o nelle zone più fibrose questo è il metodo è più efficace. Ad intervento ripetuto l’aspirazione è ancora più efficace. Ha anche un effetto stirante sulla pelle.

Con questa procedura aumenta il rischio per danni interni sui nervi o bruciature interne. Negli Stati Uniti questo trattamento viene chiamato UAL – Ultrasound-Assisted Liposuction.

Vibrazioni facilita il lavoro per il chirurgo

Per rompere ed aspirare le cellule di grasso il chirurgo doveva affidarsi sulla propria forza delle braccia. Questo metodo è stato dimostrato molto faticoso ed potrebbe anche lasciare delle irregolarità. Per risolvere questo è stato sviluppato una cannula con un piccolo motore che vibra e queste vibrazioni facilita il lavoro del chirurgo.

L’uso della sonda con delle vibrazioni fa sì che l’intervento richiede meno tempo ma ha un’impatto più forte sui tessuti. La liposuzione di questo tipo viene chiamato PAL – Power Assisted Liposuction (Power-Liposuzione assistita), negli Stati Uniti.

Siccome questo metodo facilita il lavoro per i chirurgici che si stancano di meno, i sostenitori dicono che chi esegue un liposuzione in questo modo avrà un risultato finale più uniforme o almeno diminuisce gli irregolarità visibili.

Conclusione metodi tradizionali della liposuzione

Come paziente è importante sapere che il metodo moderno di una liposuzione viene fatto con la tecnica umida e con ultrasuoni quando serve.

Se il chirurgo ha accesso ad una sonda con motorizzato potete essere sicuri che la clinica usano le tecniche più moderne. Il metodo scelto dal chirurgo quindi non si basa sulle risorse limitate ma ma sui vostri bisogni.

« I vari metodi per la liposuzione | Liposuzione con laser »