Como si svolge un lifting del viso

Lo svolgimento di un lifting del viso può essere suddiviso in tre passi. Questi sono i procedimenti prima durante e dopo l’intervento del lifting facciale. Su questa pagina trattiamo i primi due passi.

Pianificazione – lifting del viso

Il lifting facciale è un intervento di chirurgia plastica molto individuale. Prima di prendere la decisione si farà un colloquio con un chirurgo che valuterà il viso e la struttura sottostante, dopo di che si parla dello scopo dell’intervento, quale sarebbe il metodo da utilizzare, che risultato il chirurgo crede di ottenere e anche i rischi che si possono manifestare.

Il medico controllerà anche lo stato fisico generale per controllare che non ci sono problemi della salute che possano influire sulla vostra sicurezza. Per esempio pressione alta, disturbi del metabolismo, problemi al cuore, coagulazione facile del sangue o tendenze di cattiva cicatrizzazione sono fattori. Informa sempre il medico in caso state sotto cura di altri farmaci.

Antidolorifici o antiinfiammatori contenenti acido acetilsalicilico e Vitamina E sono sconsigliati in quanto ostacolano la coagulazione del sangue per almeno 2 settimane prima e dopo l’intervento. Anche cibi contententi aglio vanno evitati siccome influisce sul flusso del sangue.

Per evitare infezioni va eseguita una doccia preoperatoria, preferibilmente la mattina dell’intervento di chirurgia estetica o almeno la sera precedente con Triseptil® (Clorexidina 4%) o in alternativa Farvicett pronto® (Clorexidina 0.015% e Cetrimide 0,15%). Il personale della clinica scelta vi spiegerà in dettaglio come prepararvi al lifting facciale.

Inoltre il chirurgo vi consiglierà di non fumare prima e dopo questo tipo di chirurgia.

Tutto su lifting del viso

Preparativi per il lifting facciale

Se dopo la consultazione decidete di andare avanti e prenotate il vostro intervento riceverete istruzioni specifiche come prepararvi per il lifting del viso. Queste informazioni includerà come mangiare, bere, regole per il fumo, l’uso delle vitamine, farmaci e altre medicine ecc. Inoltre riceverete istruzioni per la doccia pre-operatoria che eseguite prima dell’intervento, questo è importante per minimizzare il rischio di infezioni ed altri complicazioni.

Per fumatori è molto importante trattenersi dal fumo per almeno 4 settimane prima e dopo il lifting facciale. Il motivo è che il fumo influisce in modo negativo sulla circolazione del sangue che poi avrà effetto sulla guarigione ed aumenta il rischio per complicazioni.

So portate capelli corti potrebbe essere una buona idea farli crescere prima di eseguire il lifting del viso, questo per poter nascondere le cicatrici durante la cicatrizzazione.

A prescindere se vi fermate in clinica o tornate a casa dopo l’intervento, dovreste avere qualcuno che vi accompagna e che rimane con voi qualche giorno a seguire.

Il procedimento per il lifting del viso

Un lifting del viso viene eseguito sotto anestesia totale o parziale con sedazione. L’intervento richiede tra 2 a 4 ore a seconda di metodo scelto. Talvolta si esegue anche altre operazioni e in quel caso l’intervento richiede più tempo. Certi chirurgici scelgono a quel punto di dividere l’intervento/i in due sessioni.

Ogni chirurgo eseguirà l’intervento a modo suo. Certi medici preferiscono di prima fare una metà del volto per poi procedere all’altra mentre altri cambiano alternativamente tra i due lati. Esattamente dove mettere le incisione e l’ordine in cui vengono eseguite i passi dipende dal metodo scelto, le condizioni individuali dal paziente e le preferenze del chirurgo.

Arriverete in clinica il giorno dell’intervento. Perciò è molto importante seguire le istruzioni preparative e le restrizioni che vi è stato dato anticipatamente all’operazione.

Prima di cominciare il chirurgo disegnerà esattamente dove metterà le incisioni, pianifica l’intervento e vi fotografa. Quando il chirurgo è pronto con le preparative vi porterà in sala operatoria dove l’anestesista vi prepara per l’intervento che inizierà entro breve.

Le incisioni

Al lifting del viso si parte con un’incisione poco sopra l’attaccatura dei capelli, vicino alle tempie continuando in una linea naturale davanti ed intorno all’orecchio e all’attaccatura dei capelli verso il collo.

L’incisione va messo in modo che può essere nascosta dai capelli o pieghe naturali della pelle. Qualche volta il chirurgo mette un taglio sotto il mento per riuscire a stendere il collo.

Stiramento dei tessuti

Dopo le incisioni il chirurgo solleva la pelle insieme con il tessuto adiposo ed il muscolo sottostante (SMAS). Dopo di che viene rimosso o spostato il tessuto adiposo. Muscoli e tessuti rilassati vengono stesi, rifilati e poi fissati nella nuova posizione.

Quando i tessuti sottostanti sono stati stesi e fissati nelle posizioni nuove, il chirurgo stira la pelle e taglia la pelle in eccesso. Per finire il chirurgo chiude il taglio con dei punti tradizionali e/o punti metallici.

Può succedere che si accumula del sangue in questo caso viene messo un tubo di drenaggio dietro l’orecchio finche si è svuotato completamente.

A intervento completato viene messo una fasciatura tradizionale oppure una maschera ghiacciata per ridurre lividi e gonfiore.

Procedimento all’intervento lifting delle guance

Un lifting parziale del viso, in questo caso le guance, ha lo scopo di recuperare tessuti rilassati e cadenti e diminuire le rughe nasolabiali. Ci sono varie tecniche usate per raggiungere questi tessuti.

Alcuni chirurgici usano la chirurgia endoscopica. In questo caso tanti, piccoli incisione vengono messi intorno alla bocca e all’attaccatura dei capelli alle tempie. Con l’aiuto dell’attrezzatura particolare e una videocamera il chirurgo solleva la pelle con il sottostante tessuto adiposo.

Il chirurgo può anche accedere il tessuto tramite incisioni lunghe 3-5 cm nei cuoio capelluto sopra le tempie. Anche qui viene sollevato la pelle e il tessuto adiposo dal sottostante tessuto.

Quando il chirurgo ha ottenuto accesso alla zona desiderata, il tessuto adiposo viene rimosso o spostato, muscoli rilassati e tessuto stirati e fissati nella nuova posizioni con dei punti. In seguito il taglio viene chiuso con punti tradizionali e/o punti metallici.

A intervento completato viene messo una fasciatura tradizionale oppure una maschera ghiacciata per ridurre lividi e gonfiore.

Altre variazioni per il lifting parziale del viso

Nota bene che un lifting parziale del viso può essere eseguito in tanti modi a seconda del tipo d’incisione il chirurgo decide di fare per avere accesso alla zona desiderata. Una variante al classico lifting del viso è l’incisione a S che non è altro ma un’incisione più corto del normale inciscione. Il metodo si chiama S-lift che deriva dalla sua forma di una S.

Alcuni chirurgici sono dell’opinione che il metodo S-lift è il migliore per un lifting parziale del viso visto che dà la possibilità a rimuovere pelle in eccesso, una fattore limitata negli altri due metodi.

Dopo che l’intervento è stato completato, i tagli chiusi e fasciati il paziente viene spostato in sala rianimazione per un risveglio sorvegliato.

« I vari metodi per il lifting del viso | Il tempo dopo un lifting del viso »

Nuovo nel forum!
  • No posts.
Nuovo dall'esperto
  • No posts.