Il procedimento della chirurgie estetica delle orecchie

L’otoplastica può, come altri interventi di chirurgia estetica, essere diviso in tre fasi. Cosa succede prima, durante e dopo l’intervento. Questa pagina tratta i primi due di questi tre passi.

Preparativi per la chirurgia plastica delle orecchie

Quando avete deciso di andare avanti con la chirurgia plastica delle orecchie, il prossimo passo è di contattare un chirurgo plastico. Potete leggere di più su cosa pensare in specifico sulla pagina come scegliere chirurgo plastico ».

Alla consultazione iniziale visiterà il chirurgo voi/il vostro bambino, per valutare lo stato generale della salute, la formazione delle orecchie e di seguito vi consiglia il metodo che lui/lei ritiene più adatto. Vi spiegherà anche le difficoltà nell’ottenere un’esatta simmetria tra le due orecchie dopo l’intervento.

Otoplastica (chirurgia estetica delle orecchie a sventola)

Procedimento della chirurgie estetica delle orecchie

Il padiglione auricolare è composto da cartilagine è uno strato fine di pelle (tranne il lobo che è formato da pelle, derma e adipe). Ci sono una varietà di cause che potrebbero portare ad una deformazione della cartilagine dell’orecchio che di conseguenza porta ad un aspetto aberrante. Queste sono le deformazioni o disturbi che vengono corrette tramite l’otoplastica.

Il tempo occorrente per l’intervento è di 1-2 ore e normalmente si esegue sotto anestesia locale in combinazione di sedazione. Talvolta (specialmente se sono bambini) si esegue in anestesia totale. Indipendentemente dal metodo, la chirurgia estetica delle orecchie è indolore.

Ci sono diversi metodi per eseguire la chirurgia plastica delle orecchie ma in principio si mette una piccola incisione sul retro del padiglione dell’orecchio così esponendo la cartilagine che poi viene formato come desiderato dalla parte frontale e quindi ripiegato verso la testa. Potrebbe servire qualche punto per fissare la nuova forma dell’orecchio.

L’unica traccia della chirurgia estetica delle orecchie è una piccola cicatrice sul retro dell’orecchio che si sbiadisce col tempo.

Dopo l’intervento viene messa una fasciatura tipo turbante per evitare sanguinamento od altre complicanze che potrebbero risultare in cambiamenti della cartilagine.

« Introduzione dell’otoplastica | Il tempo dopo l’otoplastica »

Nuovo nel forum!
  • No posts.
Nuovo dall'esperto
  • No posts.